LA CONFESSIONE

La Confessione è il sacramento del perdono, chiamato più precisamente Sacramento della Riconciliazione, perché il termine “Confessione”, più breve e immediato, indica propriamente solo la parte dell’accusa dei peccati, mentre il sacramento nel suo complesso esprime soprattutto la gioia per l’amore di Dio che riconcilia e rimette in cammino con il cuore pacificato.

 

COME SI CELEBRA

Il Sacramento della Riconciliazione è composto di un momento di accoglienza da parte del ministro, che è solo il rappresentante benevolo di Dio, strumento della sua misericordia e mai uomo che può o deve giudicare. Il penitente si dispone dapprima in un atteggiamento di gratitudine e di lode (il “Ringraziamento”), per questo incontro con l’amore di Dio in cui viene accolto fin dall’inizio, e solo in questa luce riconosce i propri peccati e ne chiede perdono (la “Confessione”). A questo punto, il ministro affida al penitente un segno penitenziale (la “Penitenza”), che può essere una preghiera, un’azione di carità o qualcos’altro di appropriato. Non si tratta in alcun modo di una “punizione” (come spesso interpretano i bambini!), ma di un impegno costruttivo di riconciliazione, semplice e umile. Poi il penitente è invitato a dire l’Atto di dolore, o Preghiera di pentimento, a cui segue l’assoluzione sacramentale.

 

DOVE SI CELEBRA

La Confessione si può celebrare nei confessionali tradizionali, ma preferibilmente, adesso, si vive nei confessionali che permettono un dialogo frontale o seduti in un ambiente riservato. Il fatto di vedersi, non dovrebbe in alcun modo fare vergognare il penitente, perché nella celebrazione del sacramento, da parte del ministro, non deve esserci ombra di giudizio alcuno.

 

QUANDO BISOGNA CONFESSARSI E QUANTE VOLTE

La Confessione è la via ordinaria per vivere un autentico cammino di vita spirituale e di vera conversione, perciò non si deve fare solo quando si sono commessi peccati molto gravi. Va vissuta e celebrata anche per verificare il proprio cammino e rimanere in una vita di sequela di Gesù e del Vangelo.

La Chiesa non dà più l’indicazione di confessarsi tutte le volte che si desidera fare la Comunione: è opportuno, però, farlo se si ritiene di avere commesso dei peccati gravi o di non essere in comunione con Dio, con la Chiesa e con le persone che ci sono vicine.

In generale, è opportuno confessarsi in occasione dei momenti importanti della vita della Chiesa e del tempo liturgico, per celebrare bene le feste: non solo prima di Natale e di Pasqua, ma anche prima di Pentecoste, che è il compimento della Pasqua! E poi è bene confessarsi per le occasioni speciali: i sacramenti, gli anniversari, quando si fa un ritiro spirituale o si vuole rinnovare il proprio cammino di vita cristiana.

 

LA FESTA DEL PERDONO

La prima Confessione dei bimbi viene chiamata La festa del perdono. Nella nostra parrocchia, la Festa del perdono si fa in 4° elementare, dopo la prima Comunione. È una cosa anomala per molti: ma a pensarci bene la Confessione non rientra propriamente nell’itinerario di Iniziazione Cristiana. Inoltre, questo ci dà la possibilità di spiegare meglio che Gesù ci viene incontro gratuitamente con il suo amore, poi si fa esperienza del peccato quando non si custodisce questo amore. Spiegare il concetto del peccato ai bimbi è difficile: questa esperienza, vissuta attraverso la narrazione delle parabole di Gesù, specialmente quelle della misericordia, ci aiuta a farlo.

 

ORARI E DISPONIBILITA’

In parrocchia ci si può confessare il sabato e la domenica nei seguenti orari:

Sabato dalle 17.00 alle 19.00

Domenica dalle 9.00 alle 12.00

Il parroco è disponibile a confessare sempre, previo appuntamento. L’appuntamento non è affatto per “professionalizzare” la Confessione, ma solo per garantire che ci possa essere un tempo dedicato per vivere bene il sacramento, senza improvvisazioni e senza essere interrotti, e per essere sicuri che il parroco possa essere presente.

I pomeriggi prima di Natale, prima di Pasqua e prima di Pentecoste sono dedicati alle Confessioni, nell’orario 15.30-18.30.

Tutta la settimana prima di Natale, prima di Pasqua e prima di Pentecoste è dedicata alle confessioni nell’orario 17-19.

 

Per informazioni:

Tel. 051 554256

Oppure scrivici, ti risponderemo nel più breve tempo possibile

Nome *

Oggetto

Indirizzo Email *

Messaggio*