L’UNZIONE DEGLI INFERMI

L’Unzione degli Infermi è il sacramento del conforto: un sacramento per la guarigione fisica e spirituale, perciò è sia un sacramento gioioso che penitenziale e ottiene il perdono dei peccati.

La Chiesa ha riscoperto questo sacramento come sostegno indispensabile nei momenti di difficoltà o di prova nel cammino della vita. Si celebra tutte le volte che si ha un problema serio di salute fisica, o quando si affronta un’operazione importante, o quando si ha bisogno di un intenso conforto spirituale. Si può anche celebrare più volte.

È un sacramento che va ricevuto quando si è consapevoli e non è assolutamente solo il sacramento dei moribondi, anche se nel momento dell’agonia è il modo più umile e confortante di accompagnare con fede e attraverso la preghiera il passaggio attraverso la morte.

 

Come si celebra

L’Unzione degli Infermi si celebra ricevendo l’imposizione delle mani sul capo, mentre contestualmente si viene unti prima sulla fronte, poi sulle mani con un segno della croce e la formula sacramentale che recita così:

Per questa Santa Unzione

e la sua piissima misericordia,

ti aiuti il Signore con la grazia dello Spirito Santo.

Amen.

E liberandoti dai peccati ti salvi

e nella sua bontà ti sollevi.

Amen.

 

Quando si celebra

Nella nostra parrocchia, l’Unzione degli Infermi viene celebrata tutti gli anni, in forma comunitaria, l’11 febbraio, durante la messa della Memoria della B. V. di Lourdes e Giornata Mondiale del Malato, grazie all’interessamento e all’organizzazione del Gruppo V.A.I.

Viene inoltre amministrato a chiunque ne faccia richiesta a ragion veduta, a casa o in chiesa, anche nella forma della celebrazione che prevede solo il rito del sacramento.

 

Per informazioni:

Tel. 051 554256

Oppure scrivici, ti risponderemo nel più breve tempo possibile

Nome *

Oggetto

Indirizzo Email *

Messaggio*