I Solisti di San Valentino

Dopo una lunga attività con le più importanti orchestre italiane, un gruppo di artisti eclettici legati da una profonda amicizia si sono incontrati nella chiesa di S. Valentino della Grada e, spinti dall’amore per la musica e dal desiderio di divulgarla, hanno dato vita all’ensemble I Solisti di San Valentino. Nel tempo, si è solidificato il rapporto con la comunità parrocchiale, e sono stati ufficialmente adottati dalla parrocchia anche attraverso la convocazione al Mandato dei catechisti, educatori e responsabili delle attività parrocchiali.

I Solisti di San Valentino provano nella chiesa di S. Valentino e si esibiscono in essa una volta al mese, il primo giovedì del mese, raccogliendo per la loro prestazione l’offerta libera dei partecipanti. Nelle occasioni ufficiali o importanti della parrocchia si esibiscono gratuitamente, per sostenere la comunità parrocchiale, anche nella Chiesa di S. Maria della Carità, riscuotendo sempre grande successo di pubblico.

Sono in grado di spaziare in un repertorio originale di compositori come Corelli, Haydn, Mozart, Locatelli, Bach, Vivaldi, Dvorak, Britten, Holst, Elgar, Respighi con incursioni anche nella musica contemporanea e leggera.

Gli strumenti che fanno parte di questo gruppo sono quattro violini, una viola, due violoncelli, un contrabbasso, due oboe un flauto e un organo.

I musicisti sono: Enrico Gramigna, Ismael Huertas Gómez, Antonio Laganà, Gabriele Vincenzi, Giuseppe Donnici, Francesca Neri, Michele Sanchini, Paolo Molinari, Francesco Ciarmatori, Enrico Paolucci, Federico Corrado e Istvan Batori.

 

Rassegna “La voce come strumento”

Dal 2016, la nostra parrocchia ospita nella Chiesa di S. Maria, la pregevole rassegna musicale La voce come strumento, promossa e organizzata dal prestigioso coro Jacopo da Bologna, diretto dal Maestro Antonio Ammaccapane. Ogni anno, nel mese di maggio, vengono invitati alcuni cori del territorio e anche da fuori regione, con la finalità di incentivare l’attività concertistica vocale, con particolare attenzione all’ampio repertorio della musica sacra. La rassegna, che è ormai giunta nel 2017 alla 11° edizione, è anche un’occasione per raccogliere un’offerta libera per la parrocchia ospitante, oltre che per vivere un piacevole momento di amicizia e di convivialità tra i coristi nel dopo concerto.

 

Coro La Tradotta

Per più di quarant’anni, la nostra parrocchia ha visto la presenza del prezioso Coro La Tradotta, il quale, senza alcun fine di lucro, ha perseguito lo scopo di tenere viva la cultura popolare più vera, che ha da sempre utilizzato il canto corale per comunicare sentimenti profondi, radicati nella vita della gente, esprimendoli in amicizia, solidarietà e comunione con il prossimo. Il Coro La Tradotta, diretto negli ultimi anni dal Maestro Ennio Bonetti, si è caratterizzato per i canti di montagna, canti popolari e canti religiosi. In realtà sono brani che molte volte, con pochi cambiamenti, hanno saputo raccontare, dalle Alpi alla Sicilia, i sentimenti più veri e profondi di ogni essere umano, come l’amore, la paura, la gioia, il dolore, la fatica, il lavoro e il grande desiderio di libertà. La scelta è stata quella di rimanere fedeli alla semplicità con cui questi canti sono stati intonati migliaia di volte, in cui qualcuno, da qualsiasi parte, ha sentito forte il desiderio e il piacere di cantare insieme.

Il Coro La Tradotta ha smesso di trovarsi nel 2017, dopo avere animato per dieci anni, dal 2007, nella nostra parrocchia la preziosa rassegna de Il giugno corale, in cui sono stati invitati tanti cori, per valorizzare lo scambio di tanti stili e repertori musicali.

Sito: www.latradotta.it

 

Per informazioni:

Tel. 051 554256

Oppure scrivici, ti risponderemo nel più breve tempo possibile

Nome *

Oggetto

Indirizzo Email *

Messaggio*